Programma

PROGRAMMA

UN FIORIRE
DI INCONTRI

A Verde Grazzano sono in programma momenti di approfondimento per conoscere meglio il verde e la sua cura, ma anche per riflettere sull’impatto positivo della natura sull’uomo, il suo benessere e la sua creatività.

Tutti gli aggiornamenti sul programma sono disponibili sulla pagina Facebook di Verde Grazzano 2018. Vieni a conoscere il verde in tutte le sue sfaccettature.

SABATO 29 SETTEMBRE 2018

SALA DELLE ARMI – CASTELLO di GRAZZANO VISCONTI

 

ORE 11.30

Presentazione del libro “Marocco in fiore” – ed. Idea Books 

Giuppi Pietromarchi

Il Mediterraneo e la sua identità oggi sono argomenti molto discussi, e per questo è interessante affrontarli anche dal punto di vista paesaggistico. Le caratteristiche naturali e climatiche, infatti, rendono il Mediterraneo un archetipo di luoghi anche non geograficamente appartenenti al bacino. Per questo, il libro di Giuppi Pietromarchi, che in Marocco ha vissuto svariati anni, è stato concepito come un manuale pratico per la coltivazione, la creazione e la cura dei giardini di una grande parte del mondo, dal vero e proprio Mediterraneo fino alle coste del Cile e della California e parte del Sudafrica. L’autrice, nota paesaggista e appassionata giardiniera, ci racconterà i propri giardini e si soffermerà su come curare e far fiorire le più belle e rare specie botaniche del clima mediterraneo.

 

ORE 15.30

Il Parco del Castello di Grazzano Visconti

Oliva di Collobiano e Luchino Visconti di Modrone

Il parco del castello di Grazzano Visconti è stato disegnato all’inizio del secolo scorso dal Duca Giuseppe Visconti di Modrone, nel contesto  dell’intero progetto di Grazzano Visconti come luogo dove poter vivere a contatto con la natura e sviluppare le arti e l’artigianato. Il parco del castello è quindi interessante per approfondire il lavoro di restyling curato da Oliva di Collobiano, secondo la sua interpretazione del giardino come luogo di piacere e isola di natura in un paesaggio agricolo.  Luchino Visconti invece racconterà Grazzano Visconti da un punto di vista storico e personale, con aneddoti famigliari e nuovi progetti  per il futuro.  

 

ORE 16.30

Giardini e cinema

Gaia Chaillet Giusti del Giardino

Diamo per scontato il mondo vegetale troppo spesso, e troppo spesso lo consideriamo uno sfondo per far risaltare meglio un altro soggetto più “importante”. Questo è particolarmente vero nelle opere d’arte dove un essere umano, o un animale, o anche un altro elemento naturale hanno spesso la parte del protagonista, perché considerati più espressivi, o più fotogenici, o più eloquenti. Il cinema non sembra fare eccezione, specie agli occhi dei non addetti ai lavori. Tuttavia, sono molti i giardini nella storia della settima arte che vale la pena ricordare e che sono stati co-protagonisti a tutti gli effetti degli attori. L’arch. Chaillet Giusti del Giardino passerà quindi in rassegna alcuni di questi giardini, per poi mettere in luce la primaria importanza espressiva del paesaggio per il regista Luca Guadagnino e il suo lavoro di landscape designer nei suoi film recenti, fra cui l’acclamato “Chiamami con il tuo nome”.